Metodo BALYAYOGA® bambini

METODO BALYAYOGA: Divertirsi e ascoltare se stessi sin da piccoli, lo Yoga si fa a misura di bambino

METODO BALYAYOGA GROSSETOLa parola Balyayoga proviene dal sanscrito Balya, che significa “per i bambini” ma ricorda anche il termine italiano “balia”, figura che si prende cura dei piccoli nutrendoli con amore.

Balyayoga è il risultato di una ricerca continua, inspirata agli insegnamenti dei grandi pedagogisti sia indiani che occidentali, finalizzata ad accompagnare amorevolmente i bambini in quel meraviglioso percorso di crescita che è lo yoga.

Il metodo Balyayoga nasce circa 15 anni fa ad opera di due formatori baresi da Barbara Ladisa e Gianni Zollo, con lo scopo di far scoprire ai bambini dai 3 ai 13 anni il mondo dello yoga attraverso il gioco e la creatività.

Il tipo di yoga proposto dal Balyayoga è molto diverso da quello praticato dagli adulti, in questo metodo ogni aspetto è stato valutato e ripensato in base alle caratteristiche fisiche e psichiche del bambino.

La lezione tipo è strutturata secondo un flusso sinusoidale: ovvero la capacità di alternare momenti ludici e momenti distensivi, il gioco è il linguaggio utilizzato dal questo metodo, proprio perchè i bambini hanno una modalità di apprendimento specifiche che non sono quelle degli adulti.

Le Asana (posizioni) di yoga, sono pensate appositamente per loro e non una mera semplificazione di quelle degli adulti ma presentate in modo ludico e giocoso, attraverso nomi divertenti che contribuiscono a stimolarne la creatività.

Il percorso dello yoga per i bambini non è solo un insieme di esercizi motori più o meno difficili, ma mira ad aumentare la conoscenza del proprio Sé attraverso un lavoro di concentrazione di interiorizzazione.

In questa ottica, lo yoga si configura come un percorso psicofisico che aiuta i bambini a sviluppare in modo consapevole, il proprio Io più profondo e autentico.

Sito Balyayoga